Mercoledì 30 Maggio 2018, ore 17:00

Diario di un viaggiatore sentimentale

La Cina tra luci e ombre 

a cura di Lorenzo Borghini 

Un giovane parte alla scoperta della Cina con un misterioso compagno di viaggio. Prima mèta è Shanghai, dove i grattacieli si stagliano a pochi metri dalle baracche. Qui si imbattono in strane usanze locali, vecchiette fuori dal mondo, venditori impegnati a piazzare di tutto, dall’alta tecnologia ai corpi di donna. Da Shanghai si spostano verso il Tibet, ma solo dopo aver pagato dazio all’inferno high tech della metropoli. Incappano in piogge torrenziali, percorrono tragitti interminabili prima di arrivare a Tagong, paese irradiante un indescrivibile senso di libertà. Passano una notte coi monaci di Suzhou, si addentrano in una dimensione sconosciuta……Un viaggio alla scoperta di una civiltà antica e ipermoderna, ma anche nella propria spiritualità. Un racconto dove ricerca antropologica e sociologica si intrecciano sull’onda frenetica di esperienze vissute intensamente.

Lorenzo Borghini nasce a Bagno a Ripoli (FI) il 19/07/1988.  Laureato in Lettere e Filosofia, indirizzo D.A.M.S., all’Università degli Studi di Firenze. Ha collaborato con il quotidiano Metropoli Day e con il settimanale Metropoli per due anni, che gli hanno consentito di prendere la tessera da giornalista pubblicista nel giugno 2012. Collabora con il mensile La Toscana da circa quattro anni.  Ha curato l’antologia Poeti in Toscana 2014 e 2015 coedita da Masso delle Fate edizioni, dal caffè letterario Le Giubbe Rosse e dall’Associazione Toscana Cultura. Da settembre 2014 è Art Director e fondatore della webzine il Cartello che tratta settimanalmente società, musica, cinema e letteratura. Dall’Ottobre 2014 è Art Director e fondatore del Florence Short Film Festival, un’iniziativa volta a dare respiro e diffusione a una cinematografia giovane, libera e indipendente. Da Gennaio 2017 è Art Director dell’agenzia di comunicazione Garden Media, specializzata in editoria e pubblicità digitale. Ama da sempre viaggiare, soprattutto in paesi con un forte distacco culturale, per questo, mentre era in Cina, ha sentito l’esigenza di confrontarsi con una società contraddittoria ed estremamente diversa da quella occidentale; infatti, da quel viaggio è nato il suo primo romanzo, Diario di un viaggiatore sentimentale: La Cina tra luci e ombre. Presentato nella sala Gonfalone del Consiglio della Regione Toscana, al Caffè storico letterario Giubbe Rosse, in librerie per tutta la Toscana e al Rinocerose di Roma; il libro ha venduto già 300 copie.

Il ciclo di incontri culturali è promosso dalla Fondazione Romualdo Del Bianco® in collaborazione con il Centro Congressi al Duomo e con le associazioni culturali della città nell’ambito di Life Beyond Tourism® per contribuire a una migliore conoscenza di culture diverse.